Condividi questo articolo:

CAMPIONATO REGIONALE RAPID: PREVALE SANTAGATI

foto Camp.Reg. Panoramica
Stavolta iniziamo dalla fine, e cioè dal discorso della premiazione dell’Arbitro/Organizzatore Carlo Vella.
In sostanza evidenziava che tutto era riuscito bene, dall’ Hotel che rafforzava i giudizi positivi del WE Amatori CT del Febbraio scorso, la sala ampia e ben climatizzata, l’ottima gastronomia, la bellissima piscina ed infine la piacevole cortesia del personale, che non dispiace mai, con in testa l’ottimo Direttore Sig. Francesco Santoro. Sottolineava anche l’atmosfera cordiale, la velocità delle procedure, agevolate dal proiettore che in tempo reale notiziava dei turni e delle classifiche, per non parlare infine del materiale scacchistico rinnovato. Tutti questi sono stati i punti a favore del Campionato.
Ma Carlo Vella affermava che un evento di questo livello meritava sicuramente una partecipazione più numerosa. 34 giocatori che si sono sfidati nei 2 Rapid da 15 e da 30 minuti, sono in effetti un po’ pochini.
I due Tornei hanno avuto un andamento diverso. Nel primo con cadenza di 15 minuti, c’è stato un testa a testa fra i Maestri Alessandro Santagati e Giuseppe Fabiano che hanno chiuso a pari punti (7 su 8) con la vittoria del primo per spareggio tecnico. Al terzo posto il giovane CM Pietro Pisacane, fresco Campione Regionale Assoluto. Da segnalare i piazzamenti a sorpresa dei messinesi Andrea Musso (5°) e Lorenzo Salvia (7°).
Il secondo Torneo Rapid, con cadenza di 30 minuti, è stato più movimentato ed ha visto tre giocatori a pari punti nei primi posti. La sorpresa è stata la performance di Francesco Furnari che ha letteralmente gettato al vento la vittoria nell’ultimo turno con Santagati, che gli avrebbe permesso di vincere il Rapid 30. Il CM Fabio Imbraguglia approfittava invece della patta Santagati-Furnari per aggiudicarsi il Rapid 30 per spareggio tecnico.
Nella Classifica finale dei due Rapid evidenziamo il 2° posto di Pisacane ed il 3° del Maestro FIDE Fabiano, tornato a livelli più consoni alla sua preparazione.
In conclusione comunque gli organizzatori si ritengono soddisfatti, ma sperano che la prossima volta gli sforzi profusi siano ripagati da una partecipazione più numerosa.

Inserisci un Commento


*