Condividi questo articolo:

Regionale Giovanile Individuale:- Palermo c’è, Catania cresce, Agrigento rifiorisce

Il Campionato Regionale Giovanile Siciliano è oramai da anni il fiore all’occhiello del nostro movimento sportivo.
Superato in numeri solo dal Campionato a Squadre (CIS), da quando si è confermata la formula del “concentramento”, mantiene comunque un fascino ineguagliabile determinato anche dalle emozioni che suscita in tutti il vedere l’entusiasmo e la determinazione presente in tutti i nostri giovanissimi scacchisti.
Quest’anno l’edizione assegnata dal Comitato Scacchistico al Circolo Gioiosano Scacchi, ha visto la collaborazione tecnica del Centro Scacchi Palermo. Sede di gara il Villaggio Turistico di Calanovella Mare (Piraino -ME).
Due gli eventi svolti oramai consolidati nella formula dei “tregiorni” con il Campionato Giovanili Individuale svolto nei gg. di sabato 14 e domenica 15 e il CS/TSS nella giornata di lunedì 16.
Il Campionato Giovanile individuale (191 partecipanti su 6 turni di gara con tempo di riflessione di 30′ a giocatore), distinto per fasce d’età in 10 categorie ha visto come direttore di gara Alessandra Voitenko con uno staff arbitrale formato da Carmelo e Lino Sgarito, Carmela Cibella e Domenico Buffa.
Ecco i podi di tutte le categorie:-

Under 8 Maschile
Elio Ganci (Accademia Scacchistica Monreale);
2° Manfredi La Barbera (Centro Scacchi Palermo);
3° Gabriel Genovese (asd Lilybetana);

podio U8

Under 8 Femminile
1^ Lavinia Cara Romeo (Accademia Don Pietro Carrera CT);
2^ Giulia Gervasi (Circolo Palermitano Scacchi);
3^ Aurora Campanella (Centro Scacchi Palermo);

podio Under 8F

Under 10 Maschile
1° Roberto Zoncu (Circolo Palermitano Scacchi);
2° Marco Lo Piccolo (Centro Scacchi Palermo);
3° Amos Zerilli (Circolo Palermitano Scacchi);

podio Under 10

Under 10 Femminile
1^ Chiara Cambria (asd Kodokan – ME);
2^ Elena Cammalleri (Circolo Palermitano Scacchi);
3^ Giulia Sillitti (Circolo Palermitano Scacchi);

Under 12 Maschile
1° Marco Bianchi (Centro Scacchi Palermo);
2° Federico Virga (Circolo Palermitano Scacchi);
3° Alberto Ganci  (Accademia Scacchistica Monreale);

podio U12

Under 12 Femminile;
1^ Enrica Zito (Centro Scacchi Palermo);
2^ Alessia Messina (Circolo Palermitano Scacchi);
3^ Marianna Musso (Centro Scacchi Palermo);

podio U12F

Under 14 Maschile
1° Andrea Pennica (Centro Scacchi Palermo);
2° Emanuele Passiglia (Centro Scacchi Palermo);
3° Diego Maresco  (Centro Scacchi Palermo);

podio U14

Under 14 Femminile
1^Alice Romano (Circolo Palermitano Scacchi);
2^ Elisa Niosi (Circolo Gioiosano Scacchi);
3^ Aurora Consiglio (acs Leonardo Favara);

podio U14F

Under 16 Maschile
1° Leonardo Caiezza (Circolo Palermitano Scacchi);
2° Daniele Crisa’ (Centro Scacchi Palermo);
3° Giulio Dinamo (Centro Etna Scacchi);

podio U16

Under 16 Femminile
1^ Elena Cinquegrani (Chessmate Academy);
2^ Federica Finocchiaro (Circolo Palermitano Scacchi);
3^ Giulia Maresco (Centro Scacchi Palermo);

podio U16F

Si è disputata, collateralmente, anche la fase regionale del Campionato Under 20. Vince l’assoluto Luca Varriale del Circolo Palermitano Scacchi. Il Femminile va a Sabrina Pellitteri della Chessmate Academy.
Il Circolo Palermitano Scacchi vince la Classifica Speciale delle Società con 253 punti, precedendo il Centro Scacchi Palermo (228) e l’Accademia Don Pietro Carrera (64).
Nella classifica delle Province Palermo si impone con grande distacco su Catania e Messina, rispettivamente al secondo e terzo posto.
In sintesi Palermo continua a mantenere la sua leadership  nel settore giovanile, sia nei numeri che nella qualità, ma segnali eccellenti provengono dalla provincia di Catania dove il movimento giovanile è realmente esploso, è coronato da un titolo di campione regionale della asd Don Pietro Carrera nella categoria Under 8 femminile, e da Agrigento dove il circolo Leonardo di Favara ha massimizzato i suoi sforzi presentando una squadra di ben 37 ragazzi (il secondo gruppo più numeroso dopo il Circolo Palermitano) e conseguendo un podio. Considerando infine l’avvio delle attività giovanili avvenuto nel ragusano possiamo ben sperare che nei prossimi anni il movimento siciliano possa ben dire la sua a livello nazionale.

Inserisci un Commento


*