Condividi questo articolo:

TUTTI PAZZI PER IL CIS

Ancora record di partecipazione: 87 squadre, di cui 50 in Promozione, oltre 400 giocatori

Il tradizionale raggruppamento siciliano del campionato italiano a squadre, giunto alla 51ª edizione si è svolto tra il 15 e il 17 marzo 2019 presso l’hotel Sigonella Inn a Motta Sant’Anastasia a pochi chilometri da Catania.
La manifestazione, organizzata dal Comitato Scacchistico Siciliano e dall’Accademia Don Pietro Carrera di Catania ha visto la partecipazione record di 87 squadre, di cui 50 nel girone di promozione, provenienti da ogni parte della Sicilia e della Calabria, Malta e Serbia per oltre 400 giocatori.
L’incremento della partecipazione al CIS anno dopo anno in Sicilia costituisce una chiara dimostrazione della crescita del movimento, e che la formula del raggruppamento dalla A1 alla Promozione funziona e costituisce un appuntamento annuale che vede la partecipazione di tutte le associazioni scacchistiche isolane.
In serie A1 vince a sorpresa la giovane squadra del Centro Scacchi Palermo di Ganci, Lo Piccolo, Musso Andrea, Pennica e Cino. Trattandosi di sub-girone, per accedere alla Master dovrà vincere lo spareggio con la Partenopea Napoli.
Retrocedono le due palermitane del CPS. Salvezza combattuta e di buon auspicio per la Kodokan Messina.
In serie A2 vince l’Etna Scacchi Catania, trascinati dal GM Ristic e da uno scatenato Riccardo Marzaduri. Bene anche Fabiano, Rizza, Giuliano e Virgitto. Nel testa a testa con la Don Pietro Carrera Catania si rivela decisivo lo scontro diretto. Buon torneo di Erice e Bagheria Chessmate.  Retrocedono Centro Scacchi Palermo e CPS Palermo.
In serie B grande impresa del Centro Scacchi Palermo, non particolarmente accreditato alla vigilia. La squadra schieratasi con Giuliano D’Eredità, Giuseppe Palazzotto, Lorito, Bonanno Consiglio e il giovane Marco Bianchi ha invece prevalso su tutte le altre squadre con un ranking superiore. Promossa anche la Catanzarese da Cutro di Nenad Aleksic. Sfiora l’impresa la Don Pietro Carrera che si deve invece accontentare del terzo posto. Retrocedono Lilybetana Marsala, Ezio Sgrò di Reggio Calabria e Giarre Scacchi.
In una serie C di altissimo livello, promozione per la Scacchi Store Catania, Pedone Isolano Misilmeri e Museo degli Scacchi Mazara, formazioni queste che si rivelavano chiaramente superiori rispetto a tutte le altre. In questa sede C si affrontavano giocatori come Alessandro Santagati, Piero Pisacane, Marco Fiducioso (bentornato!) e l’affascinante WFM spagnola Maria Yanguas Rodrigo. Retrocedono Etna Scacchi Catania, Don Pietro Carrera Catania, Centro Scacchi Palermo, Lilybetana Marsala, Blacknighteam Gioiosa Marea.
Nell’affollatissima serie promozione si vedevano squadre esperte ed attrezzate, squadre con giovani di talento e squadre di bambini. Vince il Pedone Isolano di Misilmeri. Promosse in serie C anche Gela Scacchi, Sissa Leonforte, Don Pietro Carrera Catania, L’Alfiere Caltanissetta e Chessmate Academy di Bagheria.
Andiamo al dettaglio per singole province:-
A Palermo abbiamo una flessione del CPS con diverse retrocessioni dalla A1 e dalla A2. L’associazione difenderà i colori della Sicilia, insieme alla Don Pietro Carrera Catania, nella serie Master che si svolgerà dal prossimo fine aprile.
Molto bene il Centro Scacchi Palermo, giunto ad un difficile spareggio per la serie master contro la napoletana Jolly Partenopea di Colluittis e dei fratelli Stromboli.
Bella l’affermazione in serie B per la seconda squadra. Retrocessioni in serie A2 e in serie C.
Si affaccia prepotentemente il Pedone Isolano di Misilmeri con due promozioni, in serie B e in serie C. Promosse in C la Chessmate Bagheria.
A Catania tiene la Don Pietro Carrera, con una promozione e una retrocessione rispettivamente in promozione e in serie C. Per il resto sfiora la promozione nella serie A2 e B. A fine aprile dovrà lottare per una difficile salvezza nella Master.
Bella affermazione dell’Etna Scacchi con la promozione in A1. Perde il titolo della C con la rinuncia della squadra.
Promozione in B annunciata per l’ASD Scacchi Catania.
In serie B retrocede Giarre, mentre per Galatea Acireale un’onorevole salvezza.
Nella provincia di Trapani bene Mazara con la promozione in B. Male purtroppo Marsala con due retrocessioni dalla B e dalla C. Mantiene le categorie Erice in serie A2 e C.
A Messina tiene la Kodokan e l’Enzo Crea con due sofferte salvezze in A1 e in B. Retrocede Gioiosa Marea dalla serie C.
A Siracusa solo un’onorevole salvezza per la Paolo Boi in serie B e C.
Mantengono agevolmente la categoria le tre squadre di Favara in serie B, serie C e promozione.
Buone notizie dal centro della Sicilia, con la bella affermazione di Gela Scacchi, Sissa Leonforte e L’Alfiere Caltanissetta, tutte promosse in C.
Agrigento mantiene la serie B e la serie C con un onorevole centro classifica per entrambe le formazioni.
Infine le numerose squadre dell’Accademia Ragusa e della Pippo Fasino di Comiso non sono riuscite ad emergere nella serie promozione. È solo questione di tempo, in considerazione del gran movimento giovanile in atto a Ragusa.
Nel campionato siciliano lampo vince il maestro Fide Andrea Favaloro che prevale anche sul GM Ristic.
In definitiva una grande festa dello sport scacchistico con la partecipazione di quasi tutte le associazioni siciliane.

WP_20190317_10_50_23_Pro

Classifica Torneo Lampo

Inserisci un Commento


*