Condividi questo articolo:

1° Festival “Città di Agrigento” 6-8 novembre 2015

IMG_1777   IMG_1853

Si è appena concluso il Festival “Città di Agrigento” che ha visto una buona partecipazione di scacchisti provenienti da diverse province della Sicilia. Re, Regine, Torri, Alfieri e Cavalli in sono mossi ed hanno combattuto con i loro soldati, i pedoni, armonicamente immersi nell’atmosfera medievale del Monastero di Santo Spirito, all’interno di una cornice artistica in stile chiaramontano, che ingloba in sé, come vediamo da queste immagini, tre stili: arabo, normanno e gotico-svevo.
Il Monastero di Santo Spirito è stato fondato nel 1299 dalla moglie di Federico I di Chiaramonte, la marchesa Rosalia Prefoglio, che negli ultimi anni della sua vita decise di donare la struttura alle monache benedettine dell’ordine cistercense le quali rimasero nel Monastero fino al 1866.  Dal 1916 il Monastero è stato affidato al Comune di Agrigento (guarda il servizio video), (Album 1° Festival “Città di Agrigento” – 2015).
Come da pronostico il torneo è stato dominato dal Maestro catanese Alessandro Santagàti che ha totalizzato 4,5 punti dei 5 disponibili (ecco una partita del Maestro giocata contro Lo Piccolo). La competizione si è articolata in 5 turni, giocati dal 6 all’8 novembre. Complessivamente circa 20 ore di scacchi di alto livello nel cuore storico della nostra città.
Al secondo posto si è piazzato Francesco Furnari che, con una performance di alto livello, è riuscito a superare, per mezzo punto, il più favorito Candidato Maestro Fabio Imbraguglia. Quarto Antonino Lo Piccolo, quinto Gianfranco Arrabito e sesto, primo tra gli agrigentini, Alfonso Ruoppolo. In realtà questi ultimi tre giocatori hanno totalizzato lo stesso punteggio, 3 punti e mezzo, ma attraverso la differenza di Buholz, ovvero attraverso la differenza del totale dei punti ottenuti dai loro avversari, è stata stilata la classifica finale.
Il festival  sotto la direzione tecnica di Carmelo Sgarito, è stato organizzato dall’Associazione Cult. Sportiva Dilettantistica “Leonardo” di Favara con presidente Calogero Sgarito, è stato perfettamente arbitrato da Lino Sgarito che, oltre a garantire il rispetto del Regolamento FIDE tra i contendenti, ha pubblicato in tempo reale turni, accoppiamenti e classifiche nel sito www.vesus.org, che ha consentito a tutti gli appassionati di seguire da casa in tempo reale quello accadeva nella sede del torneo.
Ovviamente, nel momento della premiazione finale, gli organizzatori dell’Associazione Leonardo hanno ringraziato calorosamente i partecipanti e, soprattutto, l’Amministrazione Comunale di Agrigento che ha concesso l’uso dei locali del Monastero, con l’auspicio di poter continuare per le future edizioni del Festival. www.leonardoscacchi.it

Il resp. alla comunicazione  ACSD Leonardo
Prof. Silvio Licata

Inserisci un Commento


*